Manca sangue, colpa dell’influenza

posted in: Tutti gli articoli | 0

riservaL’influenza… influenza la raccolta di sangue. Il grande contagio di questi giorni, oltre a intasare gli ambulatori medici e le corsie dei Pronto Soccorso, sta svuotando le scorte di sangue degli ospedali.

Eh sì, perché per donare sangue e plasma bisogna essere in perfette condizioni di salute, e in questo periodo di salute ce n’è poca in giro. Come di sangue. L’allarme è partito dagli ospedali milanesi ma in tutta la Lombardia si è ormai accesa la spia della riserva. Il dottor Davide Rossi, coordinatore del sistema sangue dell’Areu (l’Agenzia regionale per le emergenze), ha dichiarato che il 50% de donatori chiamati a donare non possono farlo per problemi di salute. Al Policlinico mancano i gruppi 0 + e -, l’A + e -.

Soprattutto mancano i donatori. Avis Milano dichiara un mancanza di 300 sacche. La Lombardia viaggia col freno a mano, mentre in altre regioni la crisi è già più sensibile. In testa il Lazio, tradizionalmente sempre in deficit, questa volta in compagnia di Abruzzo, Toscana, Campania, Basilicata, Liguria, Umbria, Marche, e Puglia.

Non resta quindi che andare a donare per i superstiti dell’influenza. Ancora uno sforzo, poi anche questo inverno passerà.