Emergenza Abruzzo, arriva dalla Lombardia la scorta di sangue per le emergenze

posted in: Tutti gli articoli | 0

Come purtroppo abbiamo già imparato in questi ultimi mesi, ad ogni catastrofe corrisponde un innalzamento del livello di attenzione per le scorte di sangue. Dopo incidenti ferroviari e terremoti, ora è tragicamente il momento della neve in Centro Italia come non si era vista mai, condita da scosse telluriche. Il Centro Nazionale Sangue si muove sempre per tempo, prima che le necessità diventino urgenza ed emergenza. Così ieri l’Areu (l’Agenzia Regionale per le Emergenze Urgenze) ha inviato in Abruzzo una piccola scorta di sacche da utilizzare in caso di necessità. Si tratta di 30 unità di sangue 0 + (20 da Lecco e 10 da Cremona) e 20 unità di sangue A + (10 da Lecco e 10 da Cremona). Considerando che Lecco è il centro di raccolta e analisi del sangue raccolto nella nostra provincia, chissà che qualcuna di quelle sacche non sia di tipo “brianzolo”.

Al di là del campanilismo solidale, resta il fatto che il sistema sangue sia una delle realtà più efficienti del nostro paese, capace di essere non solo puntuale ma addirittura in anticipo sui fatti. Questo però è possibile solo grazie alla regolarità della raccolta e alla periodicità della donazione, perché è la quotidianità che sconfigge le emergenze.