La Brianza si prepara a celebrare la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue

posted in: Tutti gli articoli | 0

Mercoledì 14 giugno 2017 si celebrerà la Giornata mondiale del donatore di sangue, istituita a partire dal 2004 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. La data del 14 giugno ricorda il giorno di nascita (nel 1868) dello scopritore dei gruppi sanguigni Karl Landsteiner.

Il tema scelto per l’edizione 2017 è “Che cosa puoi fare? Dona sangue. Dona ora. Dona spesso”, slogan che sottolinea contemporaneamente l’importanza di diventare donatori e di donare con continuità.

Secondo i numeri elaborati dal Centro Nazionale Sangue e pubblicati il mese scorso, nel 2016 sono stati registrati circa un milione e 688mila donatori, una cifra in calo di 40mila unità rispetto all’anno precedente. Anche le donazioni di plasma sono in calo di circa il 5%. A fronte del calo dalla parte della donazione si registra invece un aumento del numero di pazienti trasfusi, circa 660mila nel 2016 (+3,7%), anche se la quantità di sangue trasfuso è in leggero calo per l’adozione di tecniche che ne riducono l’impiego. A garantire l’autosufficienza nazionale è soprattutto il meccanismo di compensazione che prevede che Regioni che raccolgono più sangue del fabbisogno lo cedano a chi è in crisi. E’ questo il sistema che ha permesso, lo scorso anno, di far rientrare immediatamente l’emergenza di sangue seguita ai terremoti del mese di agosto.

“La Brianza è una provincia dove si dona con regolarità e altruismo (24.500 donatori per 45.500 donazioni nel 2016), ma non per questo abbassiamo la guardia” spiega il neo presidente provinciale Gianluigi Molinari “E’ solo della scorsa settimana l’ultimo appello della Struttura Regionale di Coordinamento che ha segnalato una persistente carenza di sangue di tipo 0. In questo caso il deficit è venuto dai numerosi ponti dell’ultimo periodo, che ha portato a un aumento dei giorni di chiusura dei centri di raccolta. Come si vede basta davvero poco, una contingenza di calendario, per mettere in difficoltà un sistema efficace e dinamico ma  sempre in equilibrio precario”.

Per questo nel prossimo week end le Avis della Brianza allestiranno un po’ ovunque gazebo e punti di informazione, o si faranno promotori di veri e propri eventi che richiameranno l’attenzione di tutti, ma soprattutto dei più giovani, sull’importanza della donazione del sangue, come valore sociale e come gesto indispensabile per la salute di migliaia di malati.

Mercoledì 14 giugno, a Nova Milanese, una lunga giornata di eventi per celebrare la ricorrenza. Al mattino un info-point al mercato, nel pomeriggio l’incontro con l’oratorio feriale e la sera l’evento “Il coraggio di donarsi”, con testimonianze delle associazioni di donatori della città.

Venerdì 16 e sabato 17 una due giorni di festa a Brugherio per richiamare l’attenzione sul tema della donazione. Programma rivolto principalmente ai giovani con, venerdì, una serata di musica con le band FabryGore, The Steam Band e la tribute “This is the Foo” (presso Masnada, al Parco Increa). Sabato invece, in piazza Togliatti, pomeriggio dedicato all’intrattenimento dei più piccoli e, dalle 18, Spettacolo di cabaret “Dona un sorriso a chi dona” con i comici di Zelig Stefano Chiodaroli e Giorgio Verduci.

Domenica 18 a Seregno un grande evento “Lo sport nel sangue – Sport, corretti stili di vita, donazione del sangue”, con ospiti campioni del calibro di Riccardo Pittis, Rachele Sangiuliano e Fabrizia d’Ottavio. Al PalaSomaschini a partire dalle ore 10.00.