West Nile Virus: visionare, comunicare e donare… per evitare la sospensione

posted in: Tutti gli articoli | 0

Con l’arrivo dell’estate, ecco puntuale tornare anche il problema West Nile Virus, una ulteriore preoccupazione per i donatori di sangue. Nelle scorse settimane, a seguito del riscontro di positività per West Nile Virus in alcune zanzare nella provincia di Reggio Emilia e Modena, è scattato il protocollo di sicurezza su quei donatori che abbiano soggiornato, anche solo una notte, nelle province dove sia stato segnalato il virus.

Riteniamo importante sollecitare i donatori che hanno soggiornato in aree endemiche, a prendere visione della situazione aggiornata al link Mappa delle province interessate dalla presenza del West Nile Virus e a comunicarlo sia all’Associazione di appartenenza, sia al medico presente alla visita pre-donazione. Ciò consentirà di predisporre la richiesta dello specifico test NAT da effettuare sulla sacca, evitando la sospensione per 28 giorni.

La diffusa esecuzione del test servirà a ovviare a una delle principali cause di “crisi da scorte di sangue” che ha caratterizzato le passate stagioni estive.

Visionare, comunicare, donare, testare: ecco la regola contro il West Nile Virus.

Buona donazione a tutti.