Avis Varedo, il suo impegno riconosciuto dal premio La Versiera

pubblicato in: Tutti gli articoli | 0

Natale speciale in casa Avis Varedo. Il giorno della Vigilia, il gruppo ha infatti ricevuto dalle mani del Sindaco il premio cittadino “La Versiera di Gaetana Agnesi”. Il riconoscimento è stato istituito nel 2007 ed è destinato, annualmente a persone o associazioni varedesi che si siano particolarmente distinte promuovendo e accrescendo il prestigio cittadino per la loro attività in campo scientifico, economico, artistico, culturale, educativo, socio-politico, ambientale, sportivo, ricreativo e di volontariato.

Lunedì 24 dicembre numerosi soci avisini guidati dal presidente Ivan Roncen si sono ritrovati in aula consiliare per ritirare dal sindaco Filippo Vergani e dall’assessore alla Cultura Cristina Tau il riconoscimento attribuito per il grande impegno profuso nel campo del volontariato.

Il gruppo di Varedo, oltre a vantare oltre 400 donatori e un trend di raccolta in positivo (679 donazioni nel 2017), si distingue anche per il grande impegno sociale e civile. I volontari avisini entrano nelle scuole per diffondere la cultura del dono e della raccolta del sangue, ma sono anche protagonisti con le iniziative della Castagnata, il Palo della Cuccagna, la festa di Villa Bagatti.

“Il direttivo varedese è fermamente convinto che il proselitismo vada perseguito attraverso un impegno costante e concreto nell’ambito della vita sociale del paese. Per questo motivo, l’associazione non è rimasta chiusa nelle mura della propria sede e ha voluto anzi partecipare a numerose iniziative e manifestazioni paesane” ha scritto il presidente su Facebook.

Il sindaco Filippo Vergani ha avuto parole di elogio per gli avisini. “In una scuola mi hanno dato un bigliettino – ha detto durante la cerimonia – in cui c’era scritto ‘Quando il donare è più forte dell’avere, è Natale’. Ed è vero, perché voi Natale ce lo date tutti i giorni con le cose eccezionali che fate”.

Il video della cerimonia di consegna della benemerenza cittadina.

Premio cittadino “La Versiera di Gaetana Agnesi”, anno 2018, conferito a: AVIS Varedo.Anche per Avis Varedo, si avvicina il tempo dei bilanci. L’anno 2018 è stato un anno intenso, che ha visto l’associazione impegnata in numerosi campi del volontariato.Nonostante a livello regionale e nazionale, si registrino dati preoccupanti sulle donazioni e – più in generale – sulla sensibilità in tema di autosufficienza ematica, la Sezione di Varedo può vantare numeri di tutto rispetto ed in controtendenza rispetto quelli appena indicati.La sezione conta oltre 400 volontari attivi e molti di questi si distinguono per un’assiduità esemplare nel donare. Parecchi donatori superano abbondantemente le dieci donazioni annue, ponendo la sezione in posizione di tutto rilievo nel circondario provinciale.La sezione non si è limitata a perseguire il suo obiettivo statutario con attività esclusivamente riconducibili alla donazione. Il direttivo varedese è fermamente convinto che il proselitismo vada perseguito attraverso un impegno costante e concreto nell’àmbito della vita sociale del paese. Per questo motivo, l’associazione non è rimasta chiusa nelle mura della propria sede ed ha voluto anzi partecipare a numerose iniziative e manifestazioni paesane, portando supporto e presenza a quanti si prodigano nel tentativo di offrire alla cittadinanza occasioni di comunione e crescita culturale: senza velleità di completezza, basti ricordare Villa Bagatti in festa, il palo della Cuccagna, la Castagnata… Ma, soprattutto, l'impegno intrapreso di portare il tema della donazione di sangue nelle scuole. Nostri volontari – grazie alla sensibilità didattica dei dirigenti e dei docenti delle scuole di Varedo – tengono delle conferenze nelle classi terze delle scuole medie, dove viene presentata la nostra associazione e la finalità che intende perseguire. È questo, Avis – Scuola, un connubio felice che confido porterà nel lungo periodo i suoi migliori frutti, soprattutto – come ha giustamente sottolineato il nostro presidente nazionale – nel perseguimento di quel ricambio generazionale indispensabile e necessario perché ciò che ieri e oggi è stato seminato, possa domani essere raccolto.A coronamento di quest’anno impegnativo e che già sembra indicare gli ambiziosi obiettivi del prossimo 2019, giunge un lusinghiero riconoscimento da parte dell’amministrazione comunale. Ad Avis Varedo è stato infatti riconosciuto il premio Versiera 2018, ambitissimo premio cittadino che testimonia l’attenzione ed il giusto riconoscimento tributato a quanti si distinguono per meriti nel mondo del lavoro, del volontariato, delle arti e delle professioni. Credo questo premio sia soprattutto il premio di coloro che in Avis si sono in prima persona spesi per rendere possibile ciò che è stato fatto, e non solo nel 2018. Lavoro quasi sempre invisibile ai più, faticoso, fatto di perseveranza e dedizione autentica. Per questo desidero ringraziare quanti del direttivo non hanno risparmiato tempo ed energie ma, ovviamente, pure i volontari attivi ed i volontari che, per ragioni anagrafiche o di salute non lo sono più e quanti – più in generale – hanno supportato la nostra associazione. Le soddisfazioni raccolte quest’anno sono sicuramente la ricompensa di quanto fatto e lo stimolo per continuare meglio e oltre. Confido che l’anno 2019 sarà il degno erede di questo 2018 che tanto ha dato ai noi dell’Avis.Grazie a tutti, buon Natale e felice anno nuovo.Il PresidenteRoncen IvaneIl Direttivo Avis VaredoNB: Tale premio è destinato a persone/associaioni residenti nel Comune di Varedo, che si siano particolarmente distinte promovendo ed accrescendo il prestigio della nostra cittadina per la loro attività di elevato impegno in campo scientifico, economico, artistico, culturale, educativo, socio-politico, ambientale, sportivo, ricreativo e di volontariato.

Pubblicato da Avis Varedo su Lunedì 24 dicembre 2018