Donatori, Avis ha bisogno di voi!

posted in: Tutti gli articoli | 0

 

«Abbiamo bisogno di voi». È l’appello del presidente dell’Avis Provinciale di Monza e Brianza, Gianluigi Molinari, rivolge a tutti i donatori. Adesso, come non è mai necessario uno sforzo supplementare da parte di tutti per cercare di affrontare l’emergenza.

Già in occasione delle precedenti epidemie da virus respiratori (Mers-CoV e Sras-Cov) non era stata rilevata nessuna evidenza scientifica a dimostrazione della loro trasmissione trasfusionale e che, ad oggi, il rischio di trasmissione trasfusionale di Sars-Cov-2 non è documentato. Di qui l’invito, non solo a continuare a donare ma anche ad intensificare le azioni, laddove è possibile.

I donatori Avis della Provincia di Monza e Brianza acquistano prenotare, come sempre, le loro donazioni presso gli ospedali di Desio, Monza, Carate, Vimercate o presso l’Unità di Raccolta di Besana Brianza, Busnago, Lentate sul Seveso, Meda o presso il Centro Vittorio Formentano di Limbiate. «La scorsa settimana – ha sottolineato Gianluigi Molinari – abbiamo aperto eccezionalmente il centro anche il giovedì. Nella sola mattina del 5 marzo sono state stabilite 54 donazioni e 4 idoneità. Di qui la decisione di mantenere l’attenzione straordinaria anche nelle settimane ». Ogni volontario, già donatore, può effettuare da solo una prima autovalutazione prima di recarsi a donare: se non si ha la febbre, non si riscontra nessuna difficoltà respiratoria,se non ci sono stati contatti stretti con un caso probabile (tampone dubbio) o caso confermato di Covid-19, se la temperatura corporea è superiore a 37,5 gradi allora si può donare. Ovviamente è stato aggiunto un altro invito: qualora fosse necessario subentrare la febbre nei 14 giorni successivi alla donazione è obbligatorio avvisare il centro presso quale è lo stato offerto dalla donazione.