Avis ripartono le iniziative. E’ stato un settembre di gran fermento

posted in: Tutti gli articoli | 0

 

Si riparte. Avis Provinciale Monza e Brianza non si è mai fermata, ma il settembre 2021 segna la ripresa di molte attività e iniziative rimandate come per esempio il 55esimo di Avis Vedano festeggiato il 5 settembre, il 60esimo di fondazione di Avis Varedo ricordato sabato 18 settembre. Sempre sabato 18 settembre una delegazione di Avis Provinciale Monza e Brianza ha preso parte alla inaugurazione del Tempio Internazionale del Donatore a Valdobbiadene (Tv) lungo le pendici del Monte Cesen, dopo l’intervento di restauro. Ma non solo: tutte le Avis del territorio sono animate da un gran desiderio di partecipazione alla vita cittadina. Mercoledì 22 settembre Avis Desio ha organizzato il 10mo AperitAVIS presso il Rock on the Road di via Mascagni, mentre Avis Renate ha proposto un incontro dal titolo “Salute in fumo” venerdì 24 settembre.

Iniziative finalizzate a far conoscere Avis, a reclutare nuovi donatori, a sollecitare quelli un po’ “pigri” o “latitanti”. In diverse regioni vengono evidenziate carenze e si levano appelli dalle Avis che sollecitano le donazioni. Avis Provinciale Monza e Brianza può ritenersi soddisfatta dei risultati ottenuti in questo primo semestre di un anno segnato ancora dalla pandemia, ma l’invito a donare vale anche sul nostro territorio. Il motivo è semplice. E lo spiega il presidente Gianluigi Molinari. «La risposta dei donatori ai nostri appelli è sempre stata eccellente – ha sottolineato Molinari – ma non possiamo che rinnovare gli inviti a donare perché, se nei mesi scorsi il bisogno di sangue si era ridotto come conseguenza del blocco degli interventi, ora il sistema sanitario ospedaliero si sta riattivando e, con la ripresa a regime delle attività nelle sale operatorie, il bisogno di sangue andrà ancora ad aumentare». E ha proseguito: «Tralasciando il 2020 dove l’andamento donazionale del primo semestre è stato altalenante e falsato dalla situazione emergenziale COVID, se confrontiamo i dati del primo semestre 2021 con quelli del 2019 possiamo registrare per la nostra provincia una sostanziale tenuta dell’attività donazionale. Sono state oltre 21. le donazioni distinte fra sangue, plasma e multicomponent nonostante la riduzione degli “slot” di donazione presso le strutture ospedaliere generata dalle disposizioni antiassembramento. A questo bisogna aggiungere anche la significativa carenza di personale sanitario presso le strutture trasfusionali, aggravata maggiormente anche dal distacco di risorse da destinare presso i centri vaccinali».

Si rinnova quindi l’invito a programmare la propria donazione effettuando la prenotazione tramite l’Avis di appartenenza, oppure utilizzando l’apposita APP o la piattaforma web del sistema AVISNet, o in alternativa attraverso il servizio di prenotazione di AVIS Provinciale Monza e Brianza al 375.6857523 attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30.